L’Associazione Ora Legale ONLUS è nata dall’intuizione di alcune realtà associative della provincia di Pisa allo scopo di promuovere la cultura della legalità e dei principi solidaristici nel territorio provinciale.
Scopri chi siamo →

La bottega Saperi e Sapori di Legalità è in via F. Da Buti, 10 a Pisa (di fronte all'ingresso principale della Stazione Leopolda)
ORARI Lun-Dom 9:30-12:30 e 15:30-19 fino al 23 dicembre incluso

Ultime Novità ed Eventi

  • Presentazione "L'EUCARISTIA MAFIOSA - La voce dei preti" con l'autore Salvo Ognibene mercoledì 3 febbraio 2016 alle ore 21.15 c/o il Bar Colazione al Colombre
    Pubblicato il 2 febbraio 2016

    Le ragazze e i ragazzi del Presidio Libera Pisa “Giancarlo Siani” vi invitano alla presentazione del libro “L’EUCARISTIA MAFIOSA – La voce dei preti” di Salvo Ognibene.

    La presentazione avrà luogo mercoledì 3 febbraio 2016 alle ore 21.15 c/o il Bar Colazione al Colombre in Via F. Da Buti 12, di fronte alla Stazione Leopolda di Pisa.

  • GIOCATI DALL'AZZARDO - GRATTA E PERDI
    Pubblicato il 25 gennaio 2016

    CONVEGNO+APERICENA+FILM
    SAB FEB 6 ALLE 17:30
    LIBERA PISA : PRESIDIOLIBERO GRASSI “ DI CASCINA
    BIBLIOTECA ex CONVENTO DEI CAPPUCCINI – via dei Cappuccini, 2/b Pisa, Toscana 56121 IT
    PRENOTA SUBITO IL TUO BIGLIETTO SU :
    prenota qui

  • libro "Nient'altro che la verità" di Gian Carlo Caselli
    Pubblicato il 25 gennaio 2016

    Pisa martedì 26 Gennaio alle ore 17.00 presso il Palazzo dei Dodici in Piazza dei Cavalieri.

  • Prenota le arance Libera Terra della coperativa valle del marro
    Pubblicato il 9 dicembre 2015
    Dopo le ottime clementine che abbiamo potuto gustare nelle scorse settimane, sono maturate anche le arance della Cooperativa Valle del Marro – Libera Terra.

    “Il buon raccolto” sui terreni confiscati alla ‘ndrangheta si presenta nella corrente annata 2015/2016 ancora più “buono e generoso”. Il clima mite di quest’anno e le tecniche colturali, eseguite con molto scrupolo dai soci della Cooperativa, hanno permesso alle piante di arancio di raggiungere il giusto sviluppo vegetativo e produrre regolarmente frutti di ottima qualità, in grande quantità.

    Le arance della Cooperativa Valle del Marro sono il dono di una terra fertile, particolarmente vocata, ma anche il risultato di tante fatiche che le mafie aggravano con furti, danneggiamenti, intimidazioni. Atti che mirano a rendere aride quelle terre, oggi simbolo del riscatto e della rivitalizzazione del territorio.

    L’acquisto di questi frutti è quindi un gesto che sostiene la buona economia sulle terre riscattate.

    Le arance sono di varietà “Navelina”, sono di coltivazione biologica e sono distribuite in cassette del peso lordo di Kg 8,5 circa, peso netto Kg 8,00 (peso fisso).

    Per praticità accettiamo ordini a cassetta, il prezzo di una cassetta è di 13,00 €.
    Suggeriamo a chi avesse difficoltà a consumare da solo/a una cassetta intera di trovare un’altra persona con cui dividere l’ordine.

    La consegna avverrà indicativamente dal 17 al 22 dicembre, il termine ultimo per la ricezione dell’ordine è domenica 13 dicembre ore 24.00.

    Invieremo una mail di conferma a chi avrà ordinato per comunicare il giorno esatto di arrivo della frutta, che per comodità sarà ritirabile presso i soliti due punti di distribuzione:

    Bottega dei sapori e dei saperi di legalità – Via Francesco da Buti, 10 – Pisa * Bottega del Mondo – Ass. Chiodofisso – Via F.lli Cervi, 6 – Perignano*

    Per ordinare mandare una mail a pisa@libera.it specificando:

    nominativo, numero di cassette di arance, un recapito telefonico e il luogo di ritiro prescelto

    In attesa come sempre dei vostri generosi ordini, vi ringraziamo, a nome di tutti i soci della Cooperativa Valle del Marro.

  • Idee Regalo Natale 2015 - Bottega ed Edicola Libera Pisa
    Pubblicato il 9 dicembre 2015

    Quest’anno la proposta di Natale si arricchisce di alcune novità grazie alla collaborazione tra la bottega dei Sapori e dei Saperi della Legalità (via F. da Buti 10, Pisa) e l’edicola “I saperi della Legalità” (Borgo stretto, Pisa).

    Tra le proposte natalizie anche inziative ad alto valore sociale in collaborazione con l’Emporio Equosolidale di Marina di Pisa.

    Per facilitare l’organizzazione e garantire la reperibilità dei prodotti è possibile ordinarli anche inviando una e-mail a oralegalepisa@gmail.com

    CLICCA PER SAPERNE DI PIU’!

  • Assemblea Volontari bottega - giov. 3 dic. ore 18:30
    Pubblicato il 30 novembre 2015

    giovedi 3 dicembre ore 18:30 in bottega (via F. da Buti 10) riunione volontari della bottega per i turni del periodo natalizio (lunedi 7 – mercoledi 23 dicembre).
    Oltre a chi ha già dato la disponibilità, c‘è ancora spazio per chi vuole dare una mano..
    Alla riunione oltre a fissare i turni in modo definitivo, presenteremo ai volontari la proposta di Natale e daremo alcune indicazioni pratiche per la gestione della bottega

  • TIENIMI STRETTO - film - Giov 26 nov. 19.30 Lanteri
    Pubblicato il 23 novembre 2015

    Cinema Lanteri in via San Michede degli scalzi 46 a Pisa, proiezione del film “Tienimi Stretto” 10€ con apericena

  • “Sostegno e legalità in tempo di crisi” Il Cesvot di Pisa riparte dai giovani
    Pubblicato il 23 novembre 2015

    Lunedì 23 novembre l’incontro finale con 130 studenti

    Pisa, 21 novembre 2015 – Educare alla legalità attraverso una riflessione sull’uso responsabile del denaro e sulla prevenzione del gioco d’azzardo e presentando la rete di sostegno e di prevenzione all’usura. Con questo obiettivo la delegazione Cesvot di Pisa lunedì 23 novembre dalle 9 all’ l’Ex Convento dei Cappuccini (via Dei Cappuccini 2/b a Pisa) terrà l’evento conclusivo del percorso che ha coinvolto 130 studenti e 7 insegnanti delle scuole medie superiori della provincia di Pisa (Liceo Scientifico Buonarroti di Pisa, Istituto Pesenti di Cascina, Liceo d’Arte Russoli di Pisa e Cascina).
    L’appuntamento conclusivo arriva dopo un percorso formativo laboratoriale nelle singole classi che si è cominciato ad Ottobre. Tre incontri per ogni classe per dare la possibilità ai ragazzi di confrontarsi con un formatore volontario dell’Associaizone “Ora Legale” e con i volontari dei Centri di Ascolto presenti della Misericordia di Pisa e della Misericordia di Cascina impegnati nei centri di ascolto collegati con la Fondazione Toscana per la Prevenzione dell’usura.

    “Con questo progetto – spiega Donatella Turchi, presidente della delegazione Cesvot di Pisa – abbiamo avuto la possibilità di entrare nelle scuole per trasmettere valori come la legalità e il volontariato. Abbiamo fatto conoscere l’esistenza di una rete che nasce per sostenere le persone in difficoltà (soprattutto i Centri di Ascolto), arrivando così anche alle famiglie. Il ruolo del Cesvot è stato fondamentale perché con questa iniziativa sono state messe in rete 2 realtà associative importanti (Fondazione Toscana per la prevenzione dell’Usura con i volontari dei Centri di ascolto delle Misericordie e Ora legale del circuito di Libera) che sono attive nell’ambito della promozione della legalità, della prevenzione all’usura e del sostegno alle persone e alle famiglie in difficoltà. Anche il luogo di svolgimento dell’evento finale – conclude Turchi – è un luogo significativo, gestito in parte da una Cooperativa sociale (AXIS), collegata con le ACLI e l’associazionismo locale: una bella struttura recentemente ristrutturata, finalizzata alla valorizzazione dello spazio per attività di rilevanza sociale. Siamo molto felici dei risultati raggiunti e contiamo di poter ripetere questa esperienza anche in futuro”


  • Pubblicato il 18 novembre 2015

  • Il Comune di Calci, l'Unità Pastorale della Valgraziosa, la Sezione Soci Coop di Cascina, l'ASD Monte Pisano, l’associazione Nazionale Carabinieri e la Misericordia di Calci promuovono la SERATA della LEGALITÀ venerdì 27 novembre 2015
    Pubblicato il 18 novembre 2015

    Il Comune di Calci, l’Unità Pastorale della Valgraziosa, la Sezione Soci Coop di Cascina, l’ASD Monte Pisano, l’associazione Nazionale Carabinieri e la Misericordia di Calci promuovono la SERATA della LEGALITÀ venerdì 27 novembre 2015

Presentazione "L'EUCARISTIA MAFIOSA - La voce dei preti" con l'autore Salvo Ognibene mercoledì 3 febbraio 2016 alle ore 21.15 c/o il Bar Colazione al Colombre

Cos’hanno in comune le organizzazioni criminali e la Chiesa di Roma?
Com’è possibile che proprio nelle quattro regioni più devote di Italia – Sicilia, Calabria, Puglia e Campania – siano nati questi fenomeni criminali così feroci?
A queste e molte altre domande cerca di dare risposta lo spinoso lavoro di Salvo Ognibene.
“L’eucaristia mafiosa – La voce dei preti”, opera prima di Salvo Ognibene, affronta il controverso rapporto tra mafia e Chiesa cattolica, una storia che va dal dopoguerra ai giorni nostri. Una storia di silenzi e di mancate condanne che dura da decenni e che è stata interrotta da rari moniti di alti prelati, dall’impegno di pochi ecclesiastici e da alcune morti tristemente illustri come padre Pino Puglisi e don Peppe Diana.
La riflessione prende il via dal tema della ritualità come manifestazione di potere: la processione come compiacenza; l’affiliazione come nuova religione; uomini che indossano la divisa di Dio per esercitare il loro potere in terra. Uomini di morte e di pistola con i santi sulla spalla. La fede di Provenzano nel libro di Dio, la Bibbia, ma anche l’ateismo di Matteo Messina Denaro. Le due facce della mafia nello scontro con i mezzi di Dio. Pur percorrendo la linea già segnata da due grandi studiosi come Nicola Gratteri e Antonio Nicaso, L’eucaristia mafiosa – La voce dei preti si presenta con un taglio diverso: non si basa su strutture, non dialoga con i sistemi, ma indaga la realtà di prima mano, interroga i protagonisti di questo dualismo e cattura le ‘voci’, gli esempi concreti del presente per rivalutare la missione e la posizione della Chiesa di oggi. Le voci dei religiosi-testimoni all’interno del libro ripercorrono tutta l’Italia: Monsignor Pennisi; Don Giacomo Ribaudo; Monsignor Silvagni; Don Giacomo Panizza; Don Pino Strangio, Suor Carolina Iavazzo. Preti e suore che hanno preso posizione e hanno fatto del Cattolicesimo, ognuno a modo proprio, uno strumento di lotta alle mafie.
In una nazione in cui l’azione cattolica è ancora fortemente coinvolta nel tessuto politico e sociale, questo lavoro si pone come strumento essenziale di ‘pratica civile’ e di informazione sull’uso della liturgia della fede come strumento di propaganda mafiosa.

L’autore
Salvo Ognibene nasce a Livorno. Dopo qualche anno torna con la famiglia a Menfi, in Sicilia. Ha studiato Giurisprudenza all’Alma Mater Studiorum di Bologna discutendo una tesi sui rapporti tra Chiesa, mafia e religione. È giornalista (non iscritto all’albo) e arbitro di calcio (A.I.A.). Nel 2011 ha fondato il sito di informazione e dibattito www.diecieventicinque.it e collabora, tra le altre, con “I Siciliani giovani” e “Telejato”. Impegnato nella promozione della legalità e della cultura antimafia, ha contribuito alla formazione di dossier di denuncia sul fenomeno mafioso in Emilia Romagna.
Da diversi anni si divide tra associazionismo ed impegno politico, occupandosi anche delle politiche giovanili, studentesche e universitarie.
Il suo blog è www.salvatoreognibene.blogspot.it

GIOCATI DALL'AZZARDO - GRATTA E PERDI

PROGRAMMA :
17 : 30
Don Armando Zappolini ( portavoce nazionale della campagna Mettiamoci in Gioco ) presenta il libro della Dott.ssa Maria Cristina Perilli “ GIOCATI DALLAZZARDO : MAFIE, ILLUSIONI E NUOVE POVERTA’ “.
20 : 00
Apericena con i prodotti di LIBERA Terra. ( sarà richiesta una donazione a favore di LIBERA )
21 : 00
Proiezione del docufilm “ VIVERE ALLA GRANDE “ scritto, prodotto e diretto da Fabio Leli in collaborazione con Banca Etica e Libera Puglia.

libro "Nient'altro che la verità" di Gian Carlo Caselli

A Palermo abitava in un bunker. Una vita sotto scorta fin dal 1974, quando da protagonista della lotta al terrorismo rosso si trovò sotto il peso di preoccupanti minacce. Una moglie coraggiosa e due figli costretti fin da piccoli a crescere in compagnia di uomini in armi. Almeno quattro i tentativi di attentato subìti e sventati per un soffio.
Gian Carlo Caselli, il magistrato più scomodo d’Italia, rievoca le tappe fondamentali, i valori, gli amici e i nemici che hanno segnato la sua avventura umana e professionale. Non è fiction. È la storia vera di un “uomo di legge” che ha dedicato la propria vita alla giustizia, pur consapevole dei limiti delle norme. Una storia raccontata per la prima volta senza reticenze, senza tralasciare i dettagli più inquietanti: misteri, calunnie, colpi bassi, depistaggi.
Il viaggio nei ricordi diventa occasione per una riflessione sferzante sull’attualità del nostro Paese, sugli intrecci fra mafia, economia e politica, con particolari inediti sulle recenti scottanti inchieste svolte sulla ’ndrangheta nel Nord d’Italia.
Un viaggio che non dimentica le radici familiari e culturali, la fede religiosa e la laicità sempre coltivate, insieme a quella passione per il senso ultimo della legge: la difesa del debole, affinché chi è diseguale possa sempre crescere in eguaglianza rispetto agli altri.

Prenota le arance Libera Terra della coperativa valle del marro

Dopo le ottime clementine che abbiamo potuto gustare nelle scorse settimane, sono maturate anche le arance della Cooperativa Valle del Marro – Libera Terra.

“Il buon raccolto” sui terreni confiscati alla ‘ndrangheta si presenta nella corrente annata 2015/2016 ancora più “buono e generoso”. Il clima mite di quest’anno e le tecniche colturali, eseguite con molto scrupolo dai soci della Cooperativa, hanno permesso alle piante di arancio di raggiungere il giusto sviluppo vegetativo e produrre regolarmente frutti di ottima qualità, in grande quantità.

Le arance della Cooperativa Valle del Marro sono il dono di una terra fertile, particolarmente vocata, ma anche il risultato di tante fatiche che le mafie aggravano con furti, danneggiamenti, intimidazioni. Atti che mirano a rendere aride quelle terre, oggi simbolo del riscatto e della rivitalizzazione del territorio.

L’acquisto di questi frutti è quindi un gesto che sostiene la buona economia sulle terre riscattate.

Le arance sono di varietà “Navelina”, sono di coltivazione biologica e sono distribuite in cassette del peso lordo di Kg 8,5 circa, peso netto Kg 8,00 (peso fisso).

Per praticità accettiamo ordini a cassetta, il prezzo di una cassetta è di 13,00 €.
Suggeriamo a chi avesse difficoltà a consumare da solo/a una cassetta intera di trovare un’altra persona con cui dividere l’ordine.

La consegna avverrà indicativamente dal 17 al 22 dicembre, il termine ultimo per la ricezione dell’ordine è domenica 13 dicembre ore 24.00.

Invieremo una mail di conferma a chi avrà ordinato per comunicare il giorno esatto di arrivo della frutta, che per comodità sarà ritirabile presso i soliti due punti di distribuzione:

Bottega dei sapori e dei saperi di legalità – Via Francesco da Buti, 10 – Pisa * Bottega del Mondo – Ass. Chiodofisso – Via F.lli Cervi, 6 – Perignano*

Per ordinare mandare una mail a pisa@libera.it specificando:

nominativo, numero di cassette di arance, un recapito telefonico e il luogo di ritiro prescelto

In attesa come sempre dei vostri generosi ordini, vi ringraziamo, a nome di tutti i soci della Cooperativa Valle del Marro.

Idee Regalo Natale 2015 - Bottega ed Edicola Libera Pisa



Assemblea Volontari bottega - giov. 3 dic. ore 18:30

giovedi 3 dicembre ore 18:30 in bottega (via F. da Buti 10) riunione volontari della bottega per i turni del periodo natalizio (lunedi 7 – mercoledi 23 dicembre).
Oltre a chi ha già dato la disponibilità, c‘è ancora spazio per chi vuole dare una mano..
Alla riunione oltre a fissare i turni in modo definitivo, presenteremo ai volontari la proposta di Natale e daremo alcune indicazioni pratiche per la gestione della bottega.

TIENIMI STRETTO - film - Giov 26 nov. 19.30 Lanteri

Il costo è di 10,00 € a persona e comprende l’apericena con prodotti dalle terre confiscate e l’ingresso in sala.

La prevendita dei biglietti è efettuata presso la Bottega dei saperi e dei sapori della legalità in via Francesco da Buti 10
e presso l’edicola confiscata di Borgo Stretto a Pisa.

“Sostegno e legalità in tempo di crisi” Il Cesvot di Pisa riparte dai giovani

Lunedì 23 novembre l’incontro finale con 130 studenti

Pisa, 21 novembre 2015 – Educare alla legalità attraverso una riflessione sull’uso responsabile del denaro e sulla prevenzione del gioco d’azzardo e presentando la rete di sostegno e di prevenzione all’usura. Con questo obiettivo la delegazione Cesvot di Pisa lunedì 23 novembre dalle 9 all’ l’Ex Convento dei Cappuccini (via Dei Cappuccini 2/b a Pisa) terrà l’evento conclusivo del percorso che ha coinvolto 130 studenti e 7 insegnanti delle scuole medie superiori della provincia di Pisa (Liceo Scientifico Buonarroti di Pisa, Istituto Pesenti di Cascina, Liceo d’Arte Russoli di Pisa e Cascina).
L’appuntamento conclusivo arriva dopo un percorso formativo laboratoriale nelle singole classi che si è cominciato ad Ottobre. Tre incontri per ogni classe per dare la possibilità ai ragazzi di confrontarsi con un formatore volontario dell’Associaizone “Ora Legale” e con i volontari dei Centri di Ascolto presenti della Misericordia di Pisa e della Misericordia di Cascina impegnati nei centri di ascolto collegati con la Fondazione Toscana per la Prevenzione dell’usura.

“Con questo progetto – spiega Donatella Turchi, presidente della delegazione Cesvot di Pisa – abbiamo avuto la possibilità di entrare nelle scuole per trasmettere valori come la legalità e il volontariato. Abbiamo fatto conoscere l’esistenza di una rete che nasce per sostenere le persone in difficoltà (soprattutto i Centri di Ascolto), arrivando così anche alle famiglie. Il ruolo del Cesvot è stato fondamentale perché con questa iniziativa sono state messe in rete 2 realtà associative importanti (Fondazione Toscana per la prevenzione dell’Usura con i volontari dei Centri di ascolto delle Misericordie e Ora legale del circuito di Libera) che sono attive nell’ambito della promozione della legalità, della prevenzione all’usura e del sostegno alle persone e alle famiglie in difficoltà. Anche il luogo di svolgimento dell’evento finale – conclude Turchi – è un luogo significativo, gestito in parte da una Cooperativa sociale (AXIS), collegata con le ACLI e l’associazionismo locale: una bella struttura recentemente ristrutturata, finalizzata alla valorizzazione dello spazio per attività di rilevanza sociale. Siamo molto felici dei risultati raggiunti e contiamo di poter ripetere questa esperienza anche in futuro”

Il Comune di Calci, l'Unità Pastorale della Valgraziosa, la Sezione Soci Coop di Cascina, l'ASD Monte Pisano, l’associazione Nazionale Carabinieri e la Misericordia di Calci promuovono la SERATA della LEGALITÀ venerdì 27 novembre 2015

← Previous